Giovedì, 20 Settembre 2018
CRONACA

Fatture false per 40 mln
maxi frode nel cosentino

carosello, cosentino, maxi frode, Cosenza, Calabria, Archivio
guardia di finanza

Un giro di fatture false per oltre 40 milioni di euro, una maxi frode “ carosello” così si chiama in gergo, scoperta dal nucleo di polizia tributaria di Cosenza. I finanzieri ipotizzano anche l'occultamenro e la distruzione di documenti contabili. L'indagine scaturita da una verifica fiscale eseguita nei confronti di un'impresa della provincia di Cosenza operante nel settore della commercializzazione delle carni. Le fiamme Gialle riescono ad individuare con il ruolo di cartiera una società romana successivamente trasferita in Uganda ed individuare la presenza di numerosi fornitori comunitari, tanto che le attività sono state estese anche all'estero richiedendo controlli ulteriori oltre confine. Si tratta in sostanza di uan società creata ad hoc per interporsi tra fornitori comunitari e varie imprese nazionali italiane con lo scopo di evadere l'iva sui consistenti acquisti di carnwe provenienti dai paesiu europei. Ulteriore escamotage, rivelano i finanzier. La cessione delal società ad un prestanome di nazionalità ugandese risultato essere irreperibile. Dagli elementi probatori raccolti è emerso inoltre l'assenza di uan vera attività economica diretta ma, piuttosto , una “verosimile” così la definiscono gli investigatori interposizione tra i fornitori comunitari e le aziende nazioanli destinatarie della merce a prezzi inferiori a quelli di mercato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook