Giovedì, 20 Settembre 2018
COSENZA

L’amore pericoloso con
la nuora d’un boss

pierluigi terrazzano, Cosenza, Calabria, Archivio
terrazano

L’amore proibito. Una relazione vissuta pericolosamente da un rapinatore che sognava di diventare un padrino e la nuora di uno dei boss più influenti del Cosentino. Lui è Pierluigi Terrazzano, il bandito con la faccia da bambino che assaltava supermarket e tabaccherie; lei, invece, è Angelina Presta, sposata (ora è separata) con il figlio di Ettore Lanzino, “uomo di rispetto” a tutto tondo della ’ndrangheta bruzia, personaggio storico del clan un tempo guidato da Franco Pino, ed oggi indicato dai pm antimafia della Dda di Catanzaro, Pierpaolo Bruni e Vincenzo Luberto, come il “capo dei capi” delle cosche locali. Terrazzano ha svelato l’esistenza del rapporto amoroso in Corte d’assise (presidente Antonia Gallo; a latere, Vincenzo Lo Feudo) dov’era chiamato a deporre, in videoconferenza (nella foto) come teste d’accusa nel processo contro uno dei presunti esecutori dell’omicidio di Carmine Pezzulli, il “contabile” della mafia del Crati assassinato nel luglio del 2002.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook