Lunedì, 24 Settembre 2018
RENDE (CS)

Cessione dose letale
in manette 24enne

Dopo sette mesi di indagini condotte dai carabinieri della compagnia di Rende, coordinati dal sostituto procuratore del tribunale di Cosenza, Antonio Cestone, è stata fatta luce sulla morte per overdose (narcotismo acuto da oppiacei) i Giovanni Leone, a Rende. Gli inquirenti attraverso una complessa attività investigativa, grazie alla ricostruzione del traffico telefonico e alle perquisizioni domiciliari sono risaliti al pusher che il 4 novembre scorso aveva venduto la dose fatale a Leone. E stamani è finito in manette Carmine Anzillotti, 24 anni di Cosenza. Le indagini avrebbero appurato che il 04.11.2012, Anzillotti avrebbe ceduto dell’eroina a Leone  che dopo averla assunta nella sua abitazione di Rende, moriva poco dopo. I carabinieri hanno cristallizzato inoltre diversi episodi di spaccio e offerta di sostanze stupefacenti del tipo eroina, hashish e marijuana a Cosenza, sempre ad opera dell’Anzillotti. Il giovane è stato trasferito nel carcere di Cosenza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X