Venerdì, 21 Settembre 2018
COSENZA

Uccisi e decapitati,
caso riaperto?

francesco lenti, marcello gigliotti, Cosenza, Calabria, Archivio

Il 2 febbraio del 1986 due “picciotti” del clan guidato da Franco Pino, vicini pure ad ambienti della estrema destra, vennero convocati per partecipare a una “mangiata” di carne di maiale. L'invito era un pretesto per farli fuori. Furono infatti feriti a morte e decapitati. Uno totalmente, l’altro parzialmente. Si chiamavano Francesco Lenti e Marcello Gigliotti. I loro corpi vennero ritrovati 12 giorni dopo. Le indagini sulla loro tragica fine, tuttavia, non trovarono successivamente mai significativo sviluppo processuale e il caso venne archiviato. Ventisette anni dopo è il pm antimafia Pierpaolo Bruni a chiedere ufficialmente la riapertura dell’inchiesta con una istanza avanzata al Gip. L’udienza per decidere il futuro giudiziario di questa vicenda è fissata per il due luglio prossimo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X