Mercoledì, 19 Settembre 2018
MUSICA

Live di Radio Ciroma
a Cosenza Giaccone

cosenza, non classificabili, radio ciroma, stefano giaccone, Cosenza, Calabria, Archivio
stefano giaccone

Il 15 luglio alle  21.00  in piazza Toscano, nel centro storico di Cosenza,  Radio Ciroma presenta “Non classificabili” / Punk Acoustic Square.  Performance live di Stefano Giaccone (ex Franti, Kina, Environs, Howth Castle). All’iniziativa parteciperanno anche alcuni chitarristi cosentini: Fernando Blues Big Band; Aldo D’Orrico; Duff (Acoustic Duo), a seguire JAM SESSION …porta la chitarra da casa. Non Classificabili, perché i vari artisti non sono classificabili in un unico genere musicale. In più si fa il verso a Non Classificato un album/raccolta dei Franti (uno dei gruppi di Giaccone). Il Punk riportato nel sottotitolo non è da considerarsi come genere musicale, ma come una forma di resistenza, indipendenza dalle logiche e dai canali classici del mercato discografico. Acoustic perché tutti suoneranno in acustico. Square perché ci piace stare in piazza. Stefano Giaccone è nato a Los Angeles nel 1959 da famiglia torinese, rientrata a vivere in Italia nel 1966. Fondatore, insieme a Lalli Ollino, dei Franti, gruppo rock seminale e variegato, si esibisce al sax, alla voce e alla chitarra, aderendo perfettamente al carattere sperimentale della band, che fonde diversi generi: punk, folk, jazz, hardcore. L’intento è quello di fondersi artisticamente e non solo con le più diverse esperienze. Da tali intenti, infatti, sono nati nel corso degli anni, diversi progetti: la partecipazione a diversi album e tour con i Kina, storica band punk/hardcore aostana; viaggi nell’acoustic folk statunitense con band come Howth Castle e Orsi Lucille; diversi album concepiti da cantante/autore, prodotti con etichette indipendenti e suonati in collaborazione con altri musicisti, quali il gallese Dylan Fowler. Da molti anni la sua attività artistica si muove verso la recitazione, la prosa e la performance. Ha pubblicato infatti “Nel Cuore della Bestia” in collaborazione con Marco Pandin (raccolta di materiale, volantini e testi relativi alle band punk/hardcore anni ’80) e “La Vena d’Oro” (romanzo autobiografico improntato sul viaggio). Ultime fatiche sono: “Vincenzina Franti”, esperimento di recupero della canzone popolare di lotta e di resistenza, progetto portato avanti insieme alla cantante torinese, ma di origini sardo/calabresi, Giovanna Mais e “Modern”, monologo teatrale alternato a brani dei Franti, suonati in chiave sperimentale con il gruppo cuneese Airportman.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook