Martedì, 25 Settembre 2018
COSENZA

Il ginecologo latitante
e la banca liquidata

giacinto caroselli, Cosenza, Calabria, Archivio

Un ginecologo diventato «latitante internazionale» e una banca finita in liquidazione. Lui è Giacinto Caroselli, condannato con sentenza definitiva per abusi sessuali su una paziente; l’istituto di credito, invece, è un colosso della finanza bruzia – la Bcc di Cosenza – finito a gambe all’aria nel maggio dello scorso anno e posto in liquidazione. Ma che c’entra un medico con una banca? Semplice, Caroselli ne è stato il presidente del consiglio di amministrazione. E viene ritenuto dalla Banca d’Italia responsabile di una serie di operazioni finanziarie «spericolate ». Il ginecologo con il pallino della finanza è alla macchia da un anno per sfuggire a una condanna di poco superiore ai due anni, legata a una storia di molestie e palpeggiamenti. “Attenzioni” esercitate dal professionista su una paziente nel corso d’una visita ginecologica. Nei confronti del medico, che si suppone sia nascosto in Sudamerica, è stato emesso un mandato di cattura internazionale. Il suo patrimonio, nel frattempo, è oggetto di mirate verifiche da parte della magistratura inquirente. Le fortune finanziarie del ricercato s’incrociano infatti, come già ampiamente evidenziato, con i destini d’un istituto di credito, di uno stabilimento termale e anche d’una casa di cura privata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X