Giovedì, 27 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Università: Camusso, precariato e instabilità ci penalizzano
COSENZA

Università: Camusso, precariato e instabilità ci penalizzano

camusso, cosenza università, Cosenza, Archivio
Università: Camusso, precariato e instabilità ci penalizzano

Lo ha detto Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, a margine dell'iniziativa sui referendum "Libera il lavoro, con due Sì, tutta un'altra Italia" in corso all'Università della Calabria. "Abbiamo proposto due quesiti referendari - ha aggiunto Camusso - che sono alla base di una nostra proposta più complessiva della Carta dei diritti universali, consideriamo un primo risultato che la proposta sia stata incardinata nella Commissione lavoro della Camera, ma riteniamo essenziale che ci sia una decisione sia sul tema dei voucher che degli appalti. Consideriamo che questa campagna ha già avuto un risultato molto importante, perché un Paese che ha discusso a lungo solo dei temi della precarietà da introdurre per favorire lo sviluppo, invece ora si rende conto che bisogna scegliere la strada contraria, cioè quella della stabilita e dell'investimento di qualità sul lavoro. Sui voucher abbiamo già detto ciò che pensiamo e valuteremo ciò che concretamente verrà fatto, perché gli annunci sono importanti, ma il referendum ha una dinamica molto precisa per cui, intanto, per noi c'e' la campagna elettorale".

"Siamo in coda a tutte le classifiche degli investimenti sia sugli studi sia sulla ricerca. L'incrocio tra blocco delle assunzioni e modalità che cambiano in continuazione rispetto al reclutamento e scelte di non allargamento del finanziamento per l'università e la ricerca, hanno determinato una situazione di instabilità che non solo fa male a persone che non hanno prospettive di stabilità e di investimento, ma in realtà fa male a tutto il Paese". Lo ha detto il segretario della Cgil, Susanna Camusso all'Università della Calabria. "Oggi - ha aggiunto Camusso - abbiamo incontrato i dottorati, il personale tecnico-amministrativo, gli abilitati e i collaboratori, in pratica tutte le forme di precariato che si sono sovrapposte nel nostro Paese". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook