Giovedì, 05 Agosto 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Emergenza rifiuti a Rende, polemica nel Villaggio Europa
LO SCONTRO

Emergenza rifiuti a Rende, polemica nel Villaggio Europa

di
La vicenda dell’ecodistretto che verrà costruito a Villapiana non ha attenuato i forti malumori nati tra la popolazione

Il problema rifiuti è tutt'altro che risolto. E l'indicazione dell'ecodistretto, individuato nella zona di Villapiana, non ha limitato ancora le polemiche. Il Comitato di quartiere Villaggio Europa, infatti, ha inteso intervenire per chiarire alcuni passaggi politici ed amministrativi ritenuti, evidentemente, non chiari. "Villapiana o Rende? Non fa differenza. Non è una questione da Nimby come lorsignori ci definiscono. E' una questione politica e di politica ambientale.

I rifiuti si producono e vanno trattati. Tutti noi ne produciamo. Ma il trattamento non è una questione eminentemente burocratica e tecnica ma di scelta politica", scrivono. “Tante sono le tecniche di stoccaggio e lavorazione del rifiuto ma non tutte valide dal punto di vista ambientale. Li puoi incenerire, tombare in discarica, differenziarli con i cassonetti, con le isole ecologiche o porta a porta, puoi farci biometano, puoi riciclarli.

Il capitale incarnato dai padroni privati della gestione dei rifiuti vuole grossissimi impianti dislocati in pochi siti per massimizzare il profitto. La salute e l'ambiente, al contrario, suggerirebbero piccoli impianti dislocati su più territori per intercettare il rifiuto lì dove si produce”, il loro pensiero. E poi: “Si sa, però, che la politica si nutre di grandi appalti che poi significano clientele per via delle assunzioni e l'incredibile premio di consolazione delle royalties".

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook