Giovedì, 13 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
LAVORI PUBBLICI

Cosenza, dal belvedere sul Crati alle scuole sei bandi per la riqualificazione della città

bandi riqualificazione urbana cosenza, Francesco Caruso, Cosenza, Calabria, Cronaca
Un rendering di come sarà la città di Cosenza dopo i lavori di riqualificazione

Sei bandi di gara per la riqualificazione di Cosenza. Si tratta del Piano Periferie, operativo dalla stipula della Convenzione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Ecco gli interventi previsti:

Lavori di riqualificazione edilizia per il collocamento della nuova sede del Comando dei Vigili Urbani (€ 511.144,47, scadenza 14 dicembre 2018). Il progetto, anche grazie alla disponibilità del gruppo Ferrovie dello Stato, intende recuperare uno dei fabbricati della stazione di Vaglio Lise, attualmente in stato di abbandono e degrado, e renderlo idoneo ad ospitare la nuova sede della Polizia Municipale della città di Cosenza. Per l'amministrazione comunale è un’occasione di rilancio e di riqualificazione dell’area e dell’intera struttura, con l’intento di rilanciarla dal punto di vista dei servizi, del commercio e dei trasporti.

Intervento sull'edificio scolastico di Cuturella (€ 391.902,05, scadenza 14 dicembre 2018) e sulle aree di pertinenza esterna. In un quadro nazionale che conferisce prioprità agli edifici scolastici, l'mministrazione comunale ha promosso sul proprio patrimonio immobiliare scolastico interventi finalizzate a rendere le scuole sicure, attrattive ed ecoefficienti. Nella scuola di Cuturella, nel cuore della popolosa via Popilia, si interverrà sull'accessibilità, con l'abbattimento delle barriere architettoniche, sull'efficientamento energetico, sulla qualità estetica dell'edificio, che al termine dei lavori si presenterà con una veste totalmente, migliorando l'inserimento ambientale del manufatto.

Due importanti interventi, divisi in due lotti, riguardano la viabilità, rappresentando la risposta adeguata alla domanda di mobilità che viene da una zona della città divenuta strategica e punto di snodo vero il centro della città ed i territorio limitrofi, dopo la realizzazione del Ponte di San Francesco (Calatrava). La prima nuova strada urbana (€ 697.348,53, scadenza 19 dicembre 2018) di quartiere servirà proprio al collegamento urbano dal nuovo Ponte di San Francesco fino a via Fratelli Sprovieri; la seconda sarà invece una bretella di collegamento (€ 852.651,47, scadenza 19 dicembre 2018) dall'innesto di via Fratelli Sprovieri fino all'innesto di via Lupia. In questo caso l'investimento è di circa 700mila euro.

In questo percorso che conduce gradualmente alla zona sud di Cosenza, un ruolo rilevante lo gioca il grande progetto di riqualificazione del fiume Crati (€ 2.958.291,65, scadenza 28 dicembre 2018) che si innesta nell'attività di valorizzazione dei corsi d'acqua cittadini già avviata dall'Amministrazione comunale lungo l'asta principale del fiume Busento fino alla confluenza con il Fiume Crati. I lavori, oggetto del bando di gara in questione, sono finalizzati al miglioramento dell'officiosità idraulica e consentiranno la realizzazione di due specchi d'acqua a valle della confluenza, con l'intento di rendere fruibili le sponde, attrezzate e riqualificate, e gli stessi specchi d'acqua mediante l'utilizzo di imbarcazioni a piccolo pescaggio.

Sempre sul fiume Crati è previsto un belvedere. Il progetto (€3.270.000, scadenza 28 dicembre 2018)), strettamente legato alla presenza del ponte di Calatrava, si presenta come una suggestiva piazzetta, in parte coperta dal ponte, che si apre verso il fiume Crati, diventa un terrazzo per scorgere la zona fluviale. Sarà un nuovo luogo di aggregazione, candidato a rappresentare un punto di vista alternativo dal quale osservare la città, in un contesto di grande suggestione.

L'ultimo bando di gara (€ 1.269.095,00, scadenza 28 dicembre 2018) attiene i lavori di pavimentazione del tratto di corso Mazzini tra viale Trieste, corso Umberto e piazza XX settembre, a sostegno della musealizzazione e valorizzazione del Museo all'Aperto Bilotti.

“Un passo di fondamentale concretezza - lo definisce a ragione l'assessore Francesco Caruso, titolare della delega alla Riqualificazione urbana – nei progetti di riqualificazione urbanistica e ambientale sui quali l'Amministrazione Occhiuto ha puntato, inquadrandoli in una strategia organica e integrata che ha l’obiettivo prioritario di reinserire le periferie nel disegno urbano. Ambiti urbani significativi e identitari rientrano nel circuito vitale della città – conclude l'ass. Caruso - con un’azione di rigenerazione che vede la riqualificazione urbanistica costantemente integrata con la riqualificazione ambientale ed ecologica”.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X