Martedì, 12 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
DISAGI

Cosenza, regionalizzazione della scuola: secco “no” di Confintesa

di
Adele Sammarro, Confintesa, regionalizzazione, scuola, Adele Sammarro, Cosenza, Calabria, Cronaca
Scalzo dirigente Volanti

La scelta di regionalizzare la scuola proprio non va giù a Confintesa. Non le manda a dire il segretario nazionale dell’organizzazione sindacale, la cosentina Adele Sammarro, che mette in evidenza il tentativo disgregante di un servizio pubblico come l’istruzione scolastica. «Una situazione inaccettabile», tuona nel suo intervento molto critico nei confronti delle scelte operate dal Governo. «Esprimiamo forte disappunto in merito alla regionalizzazione. La scuola è una cosa seria, non si può mettere a rischio il carattere unitario e nazionale dell’intero sistema. Il piano di regionalizzazione di un servizio pubblico come la scuola minerebbe l’unità nazionale. Si tratta di un vero e proprio pactum sceleris. Tutto questo non può essere attuato senza che prima ci sia un confronto con le parti interessate. Sudetta operazione causerebbe danni irreparabili e inimmaginabili a tutto il comparto e le conseguenze potrebbero essere disastrose».

A essere principalmente penalizzato dalla scelta governativa sarebbe il Meridione, che si avvierebbe verso una totale emarginazione rispetto al contesto settentrionale, come sottolinea il segretario di Confintesa.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Cosenza in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook