Giovedì, 23 Maggio 2019
stampa
Dimensione testo
APPALTI

Inchiesta "Merlino" a Fuscaldo: nuove accuse per gli indagati

di
comune di fuscaldo, inchiesta merlino, nuove accuse, Gianfranco Ramundo, Cosenza, Calabria, Cronaca
Il Comune di Fuscaldo

“Merlino” colpisce ancora. Nuove accuse per il sindaco di Fuscaldo Gianfranco Ramundo, del vicesindaco Paolo Cavaliere, dell'assessore Ercole Paolo Fuscaldo, di Salvatore Montanino e Francesco Mazzei.

Ma procediamo con ordine. Le novità emergono dal provvedimento di chiusura indagine che la Procura di Paola (firmato dal procuratore capo Pierpaolo Bruni e dal sostituto Rossana Esposito) ha notificato a tutti gli indagati dell'inchiesta “Merlino”, che lo scorso mese di novembre provocò uno tsunami al Comune di Fuscaldo e che cercò di fare luce su una presunta allegra gestione degli appalti.

Ecco le novità. Al primo cittadino Ramundo e a Cavaliere viene contestato anche il capo C - quello che era stato già contestato anche al funzionario Michele Fernandez e a Salvatore Fidotti - perché in concorso fra loro avrebbero condizionato le modalità di scelta del contraente a favore della Impec Costruzioni e questo per l'affidamento diretto dei lavori per la gestione del depuratore comunale. Secondo l'accusa, nello specifico il sindaco Ramundo e il vicesindaco Cavaliere si sarebbero accordati con Fernandez per “adottare atti” tali da favorire quell'impresa. Le novità non finiscono qui, almeno a confrontare tale provvedimento con l'ordinanza di custodia cautelare.

Leggi l’articolo completo su Gazzetta del Sud – edizione Cosenza in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook