Giovedì, 12 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
LA PROTESTA

Cosenza, sedici attivisti di "Prendocasa" rischiano il rinvio a giudizio

di
cosenza, prendocasa, rinvio a giudizio, Cosenza, Calabria, Cronaca
Tribunale Cosenza

Sedici indagati per le occupazioni d'immobili abbandonati a Cosenza. Sono il popolo Prendocasa che ieri mattina s'è ritrovato dentro e fuori il tribunale per l'udienza preliminare nei confronti dei sedici compagni. A cinque dei quali la procura contesta l'associazione a delinquere finalizzata all'occupazione seriale di immobili, oltre a reati minori che invece sono le uniche contestazioni a carico degli altri undici attivisti che rischiano il processo. Sono tutti difesi dagli avvocati Maurizio Nucci, Giuseppe Lanzino e Giovanni Cadavero.

L'udienza preliminare in programma ieri mattina è terminata poco dopo essere iniziata, rinviata a lunedì 23 settembre. Mentre nell'aula del tribunale magistrati e avvocati discutevano in punta di diritto, fuori i militanti inscenavano una manifestazione pacifica per fare sentire la loro voce.

«Proseguiamo nelle nostre battaglie con forza, serenità e determinazione. Chi pensava di fermarci o intimidirci attraverso un ridicolo teorema è costretto a fare i conti con la realtà», hanno dichiarato gli attivisti di Prendocasa, motivando il presidio con la necessità di difendersi «dall'infamante accusa di associazione a delinquere. Il vergognoso teorema della Procura lo smontiamo ogni giorno, nelle strade e nelle piazze, praticando la giustizia sociale».

Leggi la versione integrale dell’articolo su Gazzetta del Sud – edizione Cosenza in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook