Sabato, 19 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
L'INCHIESTA

Cetraro, i giudici: mercato del pesce controllato da una cosca per un quarto di secolo

di
'ndrangheta, cetraro, pesce, franco muto, Cosenza, Calabria, Cronaca
Il Tribunale di Catanzaro

La cosca Muto ha avuto il controllo assoluto “dell'offerta di pescato e delle attività portuali senza soluzione di continuità dal 1983 al settembre del 2004”, ovvero per ben 21 anni. Ne sono convinti giudici e magistrati che, dopo aver dimostrato con numerose prove, lo hanno messo nero su bianco.

È questo uno dei passaggi fondamentali della corposa memoria, come scrive la Gazzetta del Sud in edicola, che il procuratore aggiunto della Dda di Catanzaro, Vincenzo Luberto, ha depositato al termine di una lunghissima requisitoria durata tre giorni, al termine della quale, assieme al collega Romano Gallo ha chiesto pesantissime condanne per tutti gli imputati del processo “Frontiera” che hanno scelto il rito ordinario.

Per loro, tra cui anche per il presunto capo del clan Franco Muto, entro questa settimana potrebbe essere emessa la sentenza.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook