Sabato, 19 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
CARABINIERI

Alle “Colonne”, centro "rialzo" e a scuola: i luoghi dello spaccio a Cosenza, 4 ragazzi in comunità

Alle prime luci dell’alba di oggi, a Cosenza, i carabinieri del comando provinciale, con il supporto delle unità del Nucleo Cinofili dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Calabria, hanno eseguito 4 ordinanze di misura cautelare di collocamento in comunità nei confronti di altrettanti ragazzi, di cui 3 minorenni, responsabili a vario titolo di detenzione e cessione aggravata di sostanze droga, emesse dal Tribunale per i minorenni di Catanzaro su richiesta della Procura della Repubblica per i minorenni.

L’indagine, che si è sviluppata fra lo scorso novembre e febbraio, e condotta dalla Sezione operativa del Norm della compagnia di Cosenza, ha avuto inizio da un approfondimento investigativo in seguito ad una rapina ed avente come movente il recupero di soldi per ripianare debiti contratti nell’ambito dello spaccio di stupefacenti.

Ne è venuta fuori una fitta rete di contatti finalizzati ad incontri, con cadenza quasi giornaliera, per la compravendita di droga in varie piazze di spaccio tutte concentrate a Cosenza: via XXIV Maggio alle “Colonne”, piazzale dell’autostazione, il centro “rialzo”, villa Giulia e parco Luigi de Matera, ma anche due scuole dove si arrivava a spacciare approfittando dell’orario della ricreazione.

Come riporta la stessa ordinanza del gip “l’assidua frequentazione fra gli indagati dimostra come gli stessi spesso pianificassero incontri per supportarsi nella gestione dei propri individuali traffici al fine di reperire risorse da reinvestire in riacquisti della sostanza, in una piena, reciproca consapevolezza dei rispettivi affari e con forme di solidaristico supporto che, valgono a dimostrare la diffusività dell’azione realizzata da ciascuno”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook