Sabato, 14 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
TESSERINO FALSO

Si finge militare dell'arma e mostra la pistola, denunciato 77enne a Corigliano

Mattinata impegnata quella di ieri per i carabinieri della compagnia di Corigliano Calabro diretta dal capitano Cesare Calascibetta. Una mattinata di ordinaria follia scandita da due soggetti, che in due diverse situazioni, hanno impegnato i militari, i quali con il loro puntuale e tempestivo intervento hanno messo fine all’allarme che avevano creato.

Un nostrano “Giustiziere della notte” piuttosto attempato e un extracomunitario afflitto, verosimilmente, da un disagio di natura psichiatrica. Il Charles Bronson in salsa coriglianese se ne andava girando con un tesserino, chiaramente fasullo, che attestava la sua appartenenza all’anticrimine. Titolo di cui si fregiava per imporre la propria autorità, che rafforzava anche con il possesso di una pistola a salve a cui aveva tolto il tappo rosso e che non disdegnava di usare nelle circostanze in cui riteneva fosse “necessario”.

E lo ha fatto anche ieri mattina quando sulla statale 106, appena dopo la contrada Insiti, ha minacciato delle persone, pistola alla mano e tesserino per sottolineare la sua autorità. I malcapitati insospettiti dall’età dell’uomo e dai modi inusuali e poco consoni agli appartenenti all’arma, hanno subito allertato i carabinieri e si sono prontamente allontanati, innescando una sorta di inseguimento da parte del settantasettenne a bordo del suo motorino.

Una corsa finita in breve tempo quando l’anziano è stato fermato dagli uomini della radiomobile di Corigliano e dai colleghi di Rossano. Identificato e perquisito gli è stata ritrovata l’arma ed il documento falso ed a seguito di una ulteriore perquisizione domiciliare è stata rinvenuta una medesima arma, modello revolver a salve ma senza la chiusura della canna.

L’uomo, che ai militari si è descritto come un giustiziere, è stato denunciato a piede libero e dovrà rispondere del reato di minaccia ed usurpazione di titolo. Solo poche ore prima i militari erano stati chiamati ad intervenire nella popolosa frazione dello Scalo cittadino, area Corigliano, in via Grazia Deledda. L’allarme era scattato alla vista di un uomo di colore in evidente stato di alterazione, dovuta forse ad una psicosi acuta o all’assunzione di sostanze stupefacenti (saranno gli accertamenti disposti ad accertarlo), che brandendo grosse pietre lanciava contro le auto che gli passavano vicino. L’uomo, immigrato di nazionalità nigeriana, è stato bloccato e, rilevate le generalità, portato in pronto soccorso ed affidato poi alle dovute cure del caso.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook