Sabato, 14 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
RAPINA IN CONCORSO

Assalto al portavalori della Sicurtransport, arrestato un complice a Scalea

Nella mattinata odierna, alle prime luci dell’alba, i Carabinieri del N.O.R.M. – Sezione Operativa di Scalea hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Paola, su richiesta della locale Procura della Repubblica, a carico di un pregiudicato 61enne, originario di Napoli ma residente da diversi anni a Scalea, poiché ritenuto responsabile del reato di rapina in concorso con un pregiudicato romano di 63 anni, già arrestato la scorsa estate dai Carabinieri di Scalea.

Le indagini sono state avviate in seguito alla rapina realizzata un anno fa ai danni di un portavalori della società “Sicurtransport” nei pressi dell’Ufficio Postale di Praia a Mare.

Le meticolose investigazioni condotte dai Carabinieri di Scalea hanno dimostrato il coinvolgimento dell’arrestato nella rapina in danno delle tre guardie giurate dell'istituto di vigilanza mentre si accingevano a consegnare la somma contante di euro 80.000 all’istituto di credito di Praia a Mare. I quattro componenti il commando, tre dei quali in corso di identificazione, dopo essersi impossessati del denaro e delle armi delle guardie giurate, si diedero a repentina fuga venendo intercettati, dopo pochi minuti, da una pattuglia dei Carabinieri Forestali lungo la S.P. 13.

Convinti di essere stai scoperti, i malviventi abbandonarono l’autovettura utilizzata per la fuga, dileguandosi a piedi in direzione di una zona boschiva e lasciando all’interno dell’abitacolo l’intera refurtiva e le armi asportate. Nell'occasione uno dei malfattori cadde in un dirupo venendo recuperato dai Carabinieri che lo dichiararono, successivamente, in stato di arresto.

L’ispezione dei luoghi ha consentito agli investigatori di rinvenire, nei pressi del punto in cui i malfattori erano stati intercettati dai Carabinieri, una borsa frigo contenente alcuni generi alimentari acquistati, secondo quanto indicato nello scontrino fiscale, presso un supermercato di San Nicola Arcella. Lo spunto investigativo, rivelatosi determinante nel proseguo, ha indotto i militari a visionare le registrazioni delle telecamere di videosorveglianza del supermercato, constatando che l’arrestato aveva provveduto all’acquisto degli alimenti. Ulteriori elementi di valutazione sono stati acquisiti in seguito alla perquisizione del domicilio dell'arrestato dove sono stati rinvenuti alcuni effetti personali appartenenti ad uno dei suoi complici che, evidentemente, era stato ospitato dall’arrestato.

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Paola a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook