Venerdì, 06 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
DIFFICOLTA'

Depuratore di Rende, a rischio i fondi regionali

di

Tempi cupi per l'impianto di depurazione di Rende. Il commissario straordinario unico per il coordinamento e la realizzazione degli interventi di collettamento, fognatura e depurazione delle acque reflue urbane, il professor Enrico Rolle, ha scritto una lettera infuocata indirizzata al “Consorzio Valle Crati”. L'oggetto della missiva? La richiesta urgente di chiarimenti. «La situazione di inerzia del Comune di Cosenza lamentata da Geko non può non suscitare preoccupazione, come le possibili conseguenze sul corretto funzionamento dell'impianto di depurazione e sui connessi rischi ambientali», scrive Rolle.

La apparente mancanza delle necessarie garanzie bancarie, di un Piano Economico e Finanziario approvato dalle parti e conforme alle norme, nonché le gravi criticità segnalate dal concessionario, rendono l'attuazione dell'intervento e la conseguente uscita dall'infrazione comunitaria «assai problematica».

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Cosenza in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook