Venerdì, 14 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Castrovillari, domani si inaugura la nuova sede del commissariato: Gabrielli taglierà nastro
POLIZIA

Castrovillari, domani si inaugura la nuova sede del commissariato: Gabrielli taglierà nastro

di

Vice questore Leonardo Papaleo alla cura degli ultimi dettagli per l'inaugurazione della nuova sede del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Piazza Attilio Schettini a Castrovillari. Domani, infatti, sarà il capo della Polizia, Franco Gabrielli, a tagliare il nastro, insieme alla più alte autorità politiche, religiose e militari, di questo prezioso avamposto della Polizia di Stato. Dietro al passaggio c'è il grande lavoro svolto nel corso degli anni dal personale in forza al Commissariato e da tanti dirigenti preparati che si sono succeduti alla guida del presidio della polstato. Soprattutto i sacrifici di un organico che, nonostante le ristrettezze numeriche, ha saputo tenere la barra dritta, anche per superare i limiti di una sede, quella vecchia, che era “superata” dalle necessità imposte dalle nuove tecnologie.

Il nuovo plesso è sostanzialmente molto più grande, accogliente e rispetta appieno le norme di sicurezza previste per la protezione degli agenti di pubblica sicurezza ed il pubblico che, ogni giorno, adesso raggiunge facilmente il Commissariato per effettuare gli adempimenti della Giustizia. Oggi si sono svolte le prove generali di un appuntamento, il più importante dell'anno in corso per la città di Castrovillari, che adesso può contare su un presidio molto ben inserito nel contesto urbanistico della città. Sulla vicenda della nuova struttura da adibire a Commissariato di PS. si sono sprecati, dal 2004 ad oggi, pagine e pagine di inchiostro, comunicati stampa, interventi presso le sedi competenti, riunioni fiume al comune di Castrovillari.

Tanta buona volontà che, spesso, forse anche troppo, non ha sempre portato alla risoluzione di un "rompicapo" indigesto persino per la deputazione parlamentare calabrese. E' dal lontano 1990 che gli agenti del Commissariato continuavano a lavorare nello stesso plesso “provvisorio” individuato al momento della sua istituzione, vale a dire quando la città di Castrovillari era vicina, con una popolazione che sfiorava i 30mila abitanti, alla possibilità di vedersi riconosciuta tra le nuove province calabresi. Assieme al Commissariato fu istituita anche la sede dell'Inps di Castrovillari.

Due uffici che qualificano l'offerta dei "servizi" presenti in città. E se da un lato la sede dell'Inps procede nel suo funzionamento, adesso si può dire la stessa cosa per il nuovo plesso che accoglie il Commissariato di Castrovillari. L'attuale struttura adesso risulta sufficiente e consona per gli uomini del Commissariato, i mezzi ed un bacino d'utenza di 39 comuni ed oltre 100mila abitanti. Stiamo parlando del più grande territorio in Italia affidato al Commissariato di Castrovillari, istituito con tanta fatica alla fine degli anni '80 in una zona in cui oggi più che mai è necessaria la presenza dello Stato. Il problema spazio, ma anche la necessità di operare in un plesso rispettoso della "privacy" adesso non pesa più come un macigno su professionalità che, grazie anche all'importante opera svolta dai sindacati della Polizia, il Siulp, ma anche il Sap, adesso potranno affrontare al meglio le sfide investigative del futuro.

Da sottolineare che il Commissariato di Castrovillari sta attraversando un momento molto importante della sua storia, con nuove professionalità che operano giorno e notte per assicurare la giusta cornice di sicurezza nell'area del Pollino e della Sibaritide.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook