Lunedì, 01 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Volti, sogni e ferite dell’immigrazione a Cosenza
SOCIALE

Volti, sogni e ferite dell’immigrazione a Cosenza

di
La fondazione Migrantes diocesana ha lanciato una serie di appuntamenti on line dedicati ai vari aspetti delle tratte di esseri umani

«Abbiamo voluto avviare un focus sull’immigrazione che viene quasi sempre letta come un’invasione, ma quando si va al di là di apparenze e luoghi comuni, si scopre che molti finiscono in strada, vittime di sfruttamento e soprusi di ogni genere. Che tra l’altro la pandemia ha moltiplicato e peggiorato». Pino Fabiano, spiega cosa ha portato all’avvio dei confronti on line che da settimane stanno impegnando la Migrantes e la Caritas, con particolare attenzione al movimento degli uomini e alle sue conseguenze. A gennaio sono stati presentati con vari ospiti e sempre on line il rapporto “Immigrazione”, il report “Il diritto d’asilo” e il rapporto “Italiani nel mondo”. A febbraio sono cominciati i martedì speciali. Il primo, il 9, dedicato al tema “Tratta e sfruttamento sessuale”, il secondo martedì scorso a “Tratta e sfruttamento lavorativo, il terzo martedì prossimo a “Tratta e minori”. Un dramma nel dramma, con centinaia di migliaia di ragazzini i cui si perdono le tracce dopo il loro arrivo in Europa, se non durante il viaggio.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook