Domenica, 09 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus a Cosenza, consiglieri comunali chiedono una seduta aperta della commissione sanità
LA RICHIESTA

Coronavirus a Cosenza, consiglieri comunali chiedono una seduta aperta della commissione sanità

Chiesta per il 19 Aprile, presso il Consiglio Regionale della Regione Calabria o in alternativa presso la sede della Cittadella Regionale a Catanzaro la settimana prossima

I consiglieri comunali di Cosenza Andrea Falbo, Carmelo Salerno, Pasquale Sconosciuto, Gisberto Spadafora, Giovanni Cipparrone, Antonio Ruffolo e Massimo Lo Gullo hanno rivolto una richiesta alla presidente della Commissione consiliare Sanità, Maria Teresa De Marco, nella quale sollecitano la convocazione della stessa commissione, in maniera urgente e in forma aperta, come segnale forte di sensibilizzazione istituzionale, per il prossimo 19 Aprile, presso il Consiglio Regionale della Regione Calabria, a Reggio Calabria, alle ore 12,00 o, in alternativa, in altro giorno della prossima settimana, presso la sede della Cittadella Regionale a Catanzaro, per discutere dell'emergenza sanitaria e pandemica in provincia di Cosenza.

I consiglieri comunali firmatari hanno chiesto alla Presidente De Marco di inviare la stessa convocazione alle maggiori cariche istituzionali e sanitarie della regione. La richiesta di convocazione della commissione sanità del Comune di Cosenza presso il Consiglio regionale o, in alternativa, alla cittadella regionale, è motivata dai consiglieri Falbo, Salerno, Sconosciuto, Gisberto Spadafora, Cipparrone, Ruffolo e Lo Gullo con “la grave emergenza sanitaria che sta vivendo la Calabria e in particolare la provincia di Cosenza visto l'elevato numero di contagi che si registra quotidianamente nella nostra regione e considerato altresì che i contagi da Covid-19 hanno subìto nelle ultime settimane un aumento esponenziale e che sono sempre più le persone che necessitano di cure sanitarie dedicate che purtroppo, spesso, non riescono a ricevere”.

Nella richiesta i consiglieri firmatari sottolineano, inoltre, che “nonostante lo straordinario impegno umano e professionale dei nostri medici, infermieri e operatori sanitari, il sistema è al collasso, ed in particolare l'ospedale di Cosenza, così come abbiamo potuto constatare anche dal grido di allarme degli stessi operatori, soffre quotidianamente sia per l’impossibilità di garantire cure a tutti i malati da Covid, sia perché non riesce a garantire le cure per le altre patologie. In un anno – aggiungono i consiglieri comunali - nulla è stato realizzato dai vari Commissari straordinari che si sono succeduti per fronteggiare al meglio la pandemia, incapaci di organizzare strutture sanitarie e territoriali dedicate a tutte le patologie, incluse quelle da Covid-19. Né tanto meno vi è un lavoro teso a creare un progetto di miglioramento del sistema sanitario regionale.

Nonostante la Regione Calabria, guidata della compianta On. Jole Santelli, abbia inizialmente dimostrato di riuscire a far fronte alla crisi pandemica – prosegue la nota dei consiglieri comunali - ora, nonostante tutto, la Calabria torna ad essere fanalino di coda in Europa, facendo registrare un numero di vittime e di contagi mai visto prima. La situazione è ancora più grave nella provincia di Cosenza. La Commissione Sanità del Comune di Cosenza sta portando avanti da mesi un percorso istituzionale importante, confrontandosi con i referenti principali del sistema sanitario provinciale e avanzando proposte utili che rimangono, però, allo stato, quasi sistematicamente inascoltate. Inoltre, il piano vaccinale è ancora lontano dal raggiungimento di un pieno regime”.

Di qui la proposta dei consiglieri comunali di recarsi in Consiglio regionale a tenere il prossimo 19 aprile, in coincidenza della seduta del consiglio, una commissione sanità aperta ed urgente. “Il Consiglio Regionale della Calabria, responsabile principale insieme alla struttura commissariale della questione sanitaria nella nostra terra – scrivono ancora i consiglieri firmatari della richiesta alla Presidente della commissione sanità De Marco - si riunisce per discutere di tanti temi, certamente importanti, ma non dell’emergenza sanitaria e pandemica della nostra regione e in particolare della nostra provincia. Per noi, invece, il tema centrale del dibattito politico ad ogni livello deve essere quello relativo alla sanità, considerato ancora che è oltremodo necessario procedere con un’azione di coordinamento delle istituzioni locali. E' quindi importante, anche simbolicamente, svolgere una commissione comunale sanità in concomitanza con il consiglio regionale, al fine di sensibilizzare ancor di più gli organi competenti della Regione Calabria e le strutture commissariali ad adottare ulteriori atti e provvedimenti per far fronte alla pandemia. Già da tempo la Commissione ha richiesto un'audizione al Commissario Longo, sottoponendo alla sua attenzione una serie di problematiche di merito di fondamentale importanza. Una richiesta che non ha ancora avuto alcun seguito”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook