Martedì, 11 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosenza, il pronto soccorso respira ma ci sono 4 morti
CORONAVIRUS

Cosenza, il pronto soccorso respira ma ci sono 4 morti

di
Diminuito l’afflusso di ambulanze Covid. Tra le vittime una 74enne di Acri e un 64enne di Rende. Ieri in provincia altri 185 casi
Coronavirus Cosenza, ospedale, pronto soccorso, Cosenza, Cronaca
Il pronto soccorso dell'ospedale Annunziata di Cosenza

Il bollettino di ieri contiene dati non del tutto incoraggianti. I casi positivi in più nelle ultime 24 ore nella nostra provincia sono stati 185 (+155 mercoledì). Trentasette pazienti in reparto a Rossano e 4 in Terapia intensiva, 11 nei reparti dell’Azienda ospedaliera cosentina, 18 ad Acri, 27 a Cetraro. Due accessi in meno nei reparti ordinari (il totale dei ricoverati è 223), nessun ingresso nelle Rianimazioni (19 il totale), 66 guariti in più (totale 11.150 dall’inizio della pandemia), 8.026 in tutto i positivi in isolamento domiciliare (+117 nelle ultime 24 ore).
All’Annunziata si registra un andamento fluttuante dei casi Covid che arrivano al Pronto soccorso: mercoledì ce n’erano una ventina, ieri sette, dopo il ricovero di alcuni pazienti e le dimissioni di altri. Per il resto, occupati tutti i posti disponibili a Rogliano (24 su 24), Geriatria (20 su 20) e Pneumologia (18 su 18). A Medicina “Valentini” occupati 19 dei 20 letti, e 16 su 17 a Malattie infettive. In tutto 97 ricoverati nelle aree internistiche. A cui si aggiungono altri 18 pazienti (su 18 posti) in Rianimazione. Purtroppo si sono avute altre 4 vittime. Una 74 enne di Acri, morta in Rianimazione, e un 64enne di Rende spirato al Pronto soccorso. Le altre due vittime erano del capoluogo e di Luzzi.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook