Lunedì, 27 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Turismo al mare, estate in chiaroscuro. Sul Tirreno cosentino pienone di due settimane

Turismo al mare, estate in chiaroscuro. Sul Tirreno cosentino pienone di due settimane

di

Un sold-out del turismo balneare condensato in 15 giorni di agosto. Antonino De Lorenzo della Fiba, la federazione dei balneari, spiega come gli stabilimenti hanno lavorato a pieno regime solo nelle settimane centrali dello scorso mese. «Questo significa – aggiunge – che ancora non esiste un turismo organizzato che mira a destagionalizzare i flussi. Le premesse di inizio stagione si sono concretizzate appieno. Ma possono e devono essere la base di partenza su cui pianificare la prossima stagione. Tuttavia per i balneari che hanno organizzato con la massima qualità i servizi c’è stato un netto miglioramento». E la pandemia? «Le strutture organizzate – spiega – anche senza alcuna ordinanza hanno applicato le misure di distanziamento che ormai sono da stimolo per poter lavorare in sicurezza e per offrire servizi attrezzati». Sul mare l’esponente della Fiba è dell’avviso che si può e deve migliorare. «L’obiettivo è che nella prossima stagione non ci siano più criticità».
Affitti senza regole. «Una locazione selvaggia di immobili – spiega ancora De Lorenzo – ha però immesso ingenti flussi di turismo spazzatura che di fatto non porta il territorio da nessuna parte. Si sono per contro appesantiti i servizi essenziali. E in qualche caso si sono registrati problemi di ordine pubblico». È il caso di Scalea, ma anche di Paola, come di diversi altri comuni dove le risse sono state frequenti. La movida è stata poco contenuta “colpa” anche degli organici striminziti delle forze dell’ordine chiamati a presidiare vasti ed estesi territori con pochi uomini. L’appena trascorso il week end sulla costa è stato rovinato, solo in parte, da qualche acquazzone. È stato forse l’ultimo vero e proprio fine settimana della stagione estiva anche se i lidi resteranno ancora aperti fino al prossimo week end. Poi coloro che hanno solo la concessione stagionale dovranno chiudere i battenti. Resisteranno invece - meteo permettendo - gli altri stabilimenti.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook