Sabato, 27 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Studente morto dopo una lite a Diamante, imputato condannato in Appello
PENA AUMENTATA

Studente morto dopo una lite a Diamante, imputato condannato in Appello

di
Francesco Augieri fu accoltellato mentre stava difendendo un amico coinvolto in una rissa. Morì nella corsa in ospedale
Cosenza, Cronaca
I funerali di Francesco Augieri

La Corte d’Appello di Catanzaro ha condannato a 18 anni di carcere Francesco Schiattarelli. Il 21enne napoletano era stato già condannato in primo grado per la morte di Francesco Augieri. Lo studente cosentino, di appena 23 anni, morì a seguito di una rissa il 22 agosto del 2018 a Diamante. Quella tragica notte del 2018 Augieri fu accoltellato mentre stava difendendo un amico coinvolto in una rissa. Morì nella corsa in ospedale. Il processo di primo grado si era concluso con rito abbreviato con una condanna a 16 anni di carcere per Schiattarelli. Il sostituto procuratore generale della Corte d’appello di Catanzaro, Luigi Maffia, aveva chiesto la condanna a 18 anni di carcere, quindi un aumento della pena. La Corte ieri ha accolto la richiesta dell’accusa. Ma su questa sentenza i difensori dell’imputato (gli avvocati Francesco Paone e Giorgio Pace del Foro di Napoli) annunciano «battaglia».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook