Mercoledì, 25 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Corigliano Rossano, dopo l’omicidio Aquino la politica fa la voce grossa
PRESE DI POSIZIONE

Corigliano Rossano, dopo l’omicidio Aquino la politica fa la voce grossa

di
Chiesto il potenziamento dell’organico delle forze di polizia
Cosenza, Cronaca
Il luogo dell'omicidio di Pasquale Aquino a Corigliano Rossano

L’ultimo della lunga serie di fatti di cronaca, l’omicidio di Pasquale Aquino a Schiavonea, ha fatto scattare la reazione della politica locale e sovracomunale i cui rappresentanti tutti hanno manifestato la necessità del potenziamento delle forze dell’ordine e la restituzione del Tribunale a questo comprensorio che da tre anni può contare sulla prima città della provincia. Tra gli interventi più recenti quelli di Europa Varde-Verdi di Corigliano Rossano, di Davide Tavernise, capogruppo regionale del M5S, di Francesco Spadafora, responsabile provinciale del dipartimento sicurezza e legalità di Fdi. I rappresentanti del sole che ride di Corigliano Rossano, nell’elencare le principali aberrazioni che hanno coinvolto il territorio, ritengono che debba essere la politica a guidare il cambiamento. Ribadiscono che non servono le passerelle. Perciò chiedono ai rappresentanti in Parlamento, Regione e Provincia di pretendere servizi sociali «per non lasciare sole le famiglie e le vittime dei violenti». Aggiungono che è indifferibile la restituzione del Tribunale, così come è «indifferibile l’aumento del personale di Polizia e dei Carabinieri a livelli consoni ad una città di oltre 340 kmq e 75.000 abitanti».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook