Mercoledì, 17 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosenza, Caruso boccia la “città unica” e punta sull’area metropolitana
LA RIFLESSIONE

Cosenza, Caruso boccia la “città unica” e punta sull’area metropolitana

di
Il sindaco interviene sulla proposta di legge avanzata da Simona Loizzo. «Credo si debba pensare a un progetto più ampio e condiviso che coinvolga la Presila, il Savuto, Montalto e Castrolibero»
città unica, Franz Caruso, Cosenza, Cronaca
Il sindaco Franz Caruso

Metodo non condiviso. Il sindaco Franz Caruso crede nella necessità di creare una grande area urbana ma non apprezza la proposta di legge avanzata in consiglio regionale dal capogruppo della Lega, Simona Loizzo. Il primo cittadino bruzio articola la propria posizione critica rispetto alla iniziativa leghista, seguendo il filo di un ragionamento più ampio.
«Alla fine dei cinque anni di amministrazione della città» sottolinea Caruso «spero e conto di aver attivato tutte le procedure che possano condurre alla concretizzazione della nascita dio una realtà urbana più grande e inclusiva. Una realtà che certo non può fare a meno di Castrolibero: penso ad una vasta area metropolitana e non ad una città unica che comprenda solo Cosenza e Rende. Credo, infatti, che un territorio possa davvero vivere una stagione di crescita e sviluppo mettendo insieme tutte le peculiarità che vi sono. Ecco l’idea di un’area metropolitana che coinvolga la Presila, il Savuto, le Serre cosentine, oltre a Cosenza, Rende, Montalto e Castrolibero: un’area nella quale ciascuna comunità non perda la propria identità ma operi in perfetta sinergia nei settori più variegati. Per esempio? Cultura, rifiuti, impianti sportivi, trasporti, sviluppo urbanistico: ciò significa andare molto oltre lo schema di una “città unica”».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook