Sabato, 01 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosenza, infermieri e Oss sottoposti a turni di lavoro massacranti
SANITA'

Cosenza, infermieri e Oss sottoposti a turni di lavoro massacranti

di
Situazione al collasso all’ospedele Annunziata. Il reparto che soffre di più è il Pronto soccorso

Soldi che arrivano (quelli dell’emergenza Covid) ma non finiscono nelle tasche degli operatori sanitari in trincea da tempo. Premio di produttività? Neanche a parlarne. Personale sempre insufficiente. All’Annunziata, insomma, il ritornello è sempre lo stesso. Cambiano i musicanti ma la musica è sempre la stessa. L’emblema di questo quadro a dir poco precario che si riflette negativamente sull’utenza è il Pronto soccorso. Con infermieri e Oss che sono stremati.

Le segreterie territoriali di Fials e Fsi-Usae hanno stilato l’ennesimo documento di denuncia. «I lavoratori sono continuamente sottoposti a insopportabili carichi di lavoro che determinano stress psicofisico e potenziali (quasi certe) esposizioni a rischi nell’esercizio delle proprie funzioni con conseguenti ripercussioni sugli utenti della sanità», affermano i responsabili locali delle due sigle, «ai cittadini deve essere garantito il diritto alla salute ed ai lavoratori i diritti fondamentali derivanti dalle conquiste acquisite nel tempo e dal rispetto degli istituti contrattuali definiti».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook