Sabato, 01 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Crac Ferrero, la difesa chiede la revoca dell’interdizione. Rinviato il processo a Paola
EX PATRON DELLA SAMP

Crac Ferrero, la difesa chiede la revoca dell’interdizione. Rinviato il processo a Paola

di

Inizierà il prossimo 23 novembre il processo a carico dell’ex presidente della Sampdoria Massimo Ferrero. In realtà, il processo doveva iniziare ieri mattina davanti ai giudici del Tribunale di Paola ma è stato rinviato per un difetto di notifica. Però, l’avvocato Nicola Carratelli (difensore di “Er Viperetta”), ieri mattina, ha fatto richiesta al Tribunale di revoca della misura interdittiva ancora a carico di Massimo Ferrero. Su tale richiesta, i giudici scioglieranno la riserva nei prossimi giorni.
Lo scorso maggio, l’ex patron della Samp era stato rinviato a giudizio assieme ad altre otto imputati coinvolti nell’inchiesta della Procura di Paola sul fallimento di alcune società del gruppo Ferrero che avevano sede in Calabria. In quell’occasione, il giudice rinviando a giudizio “Er Viperetta” aveva revocato la misura dei domiciliari ma non l’interdizione dall’attività imprenditoriale. L’ex patron della Samp è accusato di bancarotta fraudolenta e diversi reati societari di cui deve rispondere in concorso con gli altri. Assieme a Massimo Ferrero sono a processo anche la figlia Vanessa, il nipote Giorgio, e l’ex moglie Laura Sini; Giovanni Fanelli, Aiello Del Gatto e Roberto Coppolone, amministratori di alcune delle società fallite, Cesare Fazioli e Paolo Carini.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook