Domenica, 02 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Campora-Amantea, il Tar “sostiene” il referendum
CONFINI TERRITORIALI

Campora-Amantea, il Tar “sostiene” il referendum

di
Respinta la richiesta di sospensiva della Giunta Pellegrino. La vicenda riguarda la definizione dei confini

Una decisione che affida il futuro di Campora San Giovanni direttamente ai residenti della frazione e che, con molta probabilità, scava un fossato con l’attuale capoluogo. Il Tribunale amministrativo regionale ha respinto la richiesta di sospensiva avanzata dal Comune di Amantea per bloccare il referendum che dovrebbe ridefinire i confini territoriali di Serra d’Aiello, annettendo al piccolo centro collinare l’attuale frazione nepetina.
L’udienza in questione è stata presieduta da Giancarlo Pennetti e dal relatore Arturo Levato. I giudici amministrativi hanno ritenuto fondata l’eccezione svolta dai legali Oreste Morcavallo, per il Comune di Serra d’Aiello, da Giovanni Spataro, per il Comitato “Ritorno alle origini di Temesa” e da Gianclaudio Festa, per la Regione Calabria. Tutte parti che si erano costituite dopo il ricorso avanzato dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Pellegrino.
Il Tar ha ritenuto fondata «l’eccezione che riguardava l’omessa impugnazione di delibere del Comune di Serra d’Aiello riguardanti il procedimento referendario».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook