Lunedì, 05 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosenza, ex commissari del Consorzio di bonifica accusati di peculato: sequestro da oltre 1mln
SIGILLI GIUDIZIARI

Cosenza, ex commissari del Consorzio di bonifica accusati di peculato: sequestro da oltre 1mln

di

Peculato: è l'accusa mossa dalla procura di Cosenza a due ex commissari liquidatori del Consorzio di Bonifica Piana di Sibari e Media Valle Crati. La contestazione è contenuta nel decreto di sequestro preventivo per equivalente emesso dal Tribunale bruzio e notificato stamane ai due professionisti dai militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale di Cosenza coadiuvati dai colleghi delle Stazioni Carabinieri Forestale di Cosenza e Rogliano.

I due liquidatori, condannati in primo grado dai magistrati locali, si sarebbero appropriati di somme a loro non spettanti – oltre due milioni di euro – così come emergerebbe dalle indagini condotte attraverso intercettazioni ambientali e acquisizioni documentali poi confluite negli atti processuali. Il Tribunale ha emesso il provvedimento di sequestro su richiesta della procura cosentina, diretta da Mario Spagnuolo e i carabinieri forestali hanno proceduto all'esecuzione apponendo i sigilli giudiziari su conti correnti bancari e postali, libretti di risparmio, depositi bancari, immobili, terreni, azioni, fondi esteri e quote societarie riconducibili ai professionisti, complessivamente quantificabili in 1.276.896,03 euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook