Lunedì, 28 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Ritrovati nella Sila cosentina i resti di un’antica chiesetta
NELLA STORIA

Ritrovati nella Sila cosentina i resti di un’antica chiesetta

di
È quella di San Giovanni Paliati, nei pressi del lago Cecita. La scoperta è di uno studioso del posto

Localizzato in Sila il sito dell’antica chiesetta di San Giovanni Paliati. L’eccezionale ritrovamento non è certo ai livelli di San Casciano dei Bagni, ma conserva una sua storia e importanza. E lo si deve a Luigi Spadafora, uno stimato professore della cittadina e appassionato di reperti. Nei pressi del Cecita, in territorio di Longobucco, v’è una contrada che per l’appunto si chiama San Giovanni Paliati dov’era stata eretta pure una chiesetta. In alcune mappe del ’700 (Magini e Aceti) viene addirittura riportato un toponimo del tipo “Forca di Paliati”. La chiesetta, tuttavia, potrebbe essere molto più antica. Spadafora, però, in seguito a dei suoi ritrovamenti di alcuni reperti, ed avendo studiato fonti storiche e la cartografia della zona, ha scoperto che la chiesetta sorgeva sulla sommità di un piccolo colle a monte della vecchia “Turra”.
I reperti fortuiti son venuti fuori a seguito di scavi poco profondi (prodotti dall’ormai invasione di cinghiali) e riconducibili alla chiesetta di Paliati. Sono alcuni frammenti fittili e tre oggetti metallici. Quest’ultimi sono due reperti in piombo o in peltro.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook