Venerdì, 09 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Rende, l’ex assessore Munno resta ai domiciliari
IN TRIBUNALE

Rende, l’ex assessore Munno resta ai domiciliari

di
Il Tdl ha confermato la misura cautelare
Cosenza, Cronaca

L’ex assessore Pino Munno resta ai domiciliari. I giudici del Tribunale della libertà di Catanzaro hanno confermato la misura cautelare emessa da giudice per le indagini preliminari a conclusione dell’indagine – condotta dai carabinieri e coordinata dalla Procura bruzia – sulla gestione dei lavori pubblici nel Municipio di Rende. A Munno – che è difeso dall’avvocato Sabrina Rondinelli – i giudici catanzaresi hanno annullato, però, il capo d’accusa – che lo vede indagato, insieme a due tecnici comunali (Francesco Minutolo e Luigi Rovella) e al titolare dell’impresa Francesco Greco – riguardante la sistemazione della piazzetta dedicata a San Pio da Pietrelcina a Villaggio Europa e i lavori di manutenzione del cimitero.

All’ex componente della giunta del sindaco Marcello Manna (anch’egli indagato e la cui posizione sarà valutata dal Tdl martedì 29) vengono contestati una serie di reati tra i quali l’aver influenzato le decisioni della Centrale unica appaltante del Comune di Rende in occasione dell’aggiudicazione dell’appalto dei lavori di adeguamento antisismico del Municipio di San Vincenzo La Costa.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook