Giovedì, 09 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palasport di Amantea, fari puntati su gestione e intitolazione
DOPO 30 ANNI

Palasport di Amantea, fari puntati su gestione e intitolazione

di
Struttura consegnata alla città dopo anni

La proposta è stata lanciata dalle reti sociali ed è, per finalità e contento emozionale, degna di attenzione e riflessione. Dopo circa trenta anni il Comune offre alla collettività il Palazzetto dello sport. Si tratta di un’opera attesa, invocata e fortemente voluta dalla politica che, nelle diverse fasi di realizzazione del progetto, ha dovuto combattere contro la burocrazia e l’immobilismo che, in alcuni casi, bloccano anche le migliori intenzioni. Ma dopo il taglio del nastro sono due le argomentazioni che tengono banco e che alimentano il dibattito: da un lato la gestione e dall’altro la memoria. Per quanto concerne la gestione tutto sembra procedere a gonfie vele. L’esecutivo targato Vincenzo Pellegrino, intende affidare il controllo dell’impianto alle società sportive locali e che in questi anni hanno dimostrato impegno e abnegazione, pensando al prossimo e non al proprio rendiconto personale. Più aperto il dibattito sul fronte della memoria. Il Palazzetto dello sport dovrebbe essere intitolato a persona meritevole, così è come stato fatto per lo stadio di calcio dedicato a Stefano Medaglia. Per i frequentatori del web non ci sono dubbi: la persona giusta è Franco Miceli, protagonista del volley nepetino, strappato alla vita a causa di un male incurabile troppo presto.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook