Sabato, 29 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Cosenza, anomalie nel tesseramento del Pd
CONTROLLI

Cosenza, anomalie nel tesseramento del Pd

di
Sollevate non poche polemiche a causa di pagamenti multipli: nella provincia bruzia eliminato un terzo degli iscritti

È come gettare benzina su un fuoco già abbastanza ardente. Così nel Partito democratico, dove adesso anche il tesseramento ha prodotto fiamme altissime, tali da rendere una prassi apparentemente semplice in un problema dalla soluzione complicata. Fino alla mezzanotte di mercoledì scorso, infatti, non si conosceva ancora il numero esatto degli iscritti. Eppure il termine ultimo entro cui ratificare le dovute adesioni scadeva giorno 31 dicembre 2021. Poi è stato svelato l’arcano, riconducibile, si racconta negli stessi ambienti democrat, ad alcune anomalie registrate dall’apposita commissione calabrese per il tesseramento, appunto, sia in chiave regionale quanto nelle varie provincie di questo territorio. In pratica molti dei simpatizzanti, ma anche chi milita da sempre nella galassia del centrosinistra, avrebbero effettuato dei pagamenti multipli, tanto che al termine delle operazioni figurava all’appello una marea di iscritti. Confinando il discorso al panorama regionale e provinciale, ogni aspirante poteva, sembra, richiedere un massimo di tre tessere previo esborso di 15 euro. Dinanzi, però, a cifre ritenute sproporzionate, l’organismo di controllo si è immediatamente attivato, incrociando i dati e spulciando tra le matrici dei pagamenti. Al termine di questa attività di monitoraggio pare sia stato eliminato un terzo dei tesserati.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook