Giovedì, 15 Novembre 2018
SERIE B

Cosenza sconfitto a Palermo, Braglia: "I ragazzi hanno dato l'anima ma erano stanchi"

coseza calcio, Piero Braglia, Cosenza, Calabria, Sport
Braglia

«Siamo alla terza partita con gli stessi uomini. Possiamo parlare di tremila cose, ma l'atteggiamento della squadra era quello giusto. Alcuni dei nostri non ce la facevano più». Non cerca giustificazioni l'allenatore del Cosenza Piero Braglia al termine della partita persa dalla sua squadra in trasferta contro il Palermo per 2-1.

Il tecnico, però, sottolinea che a fare la differenza fra i suoi giocatori e quelli del Palermo è stata la forza fisica che hanno avuto i padroni di casa grazie al turnover deciso da Stellone.

«I ragazzi hanno dato l’anima e tornano a casa a mani vuote - dice Braglia - Prendiamo atto di quello che è successo. Sul primo gol di Salvi c'era qualcuno che lo doveva marcare, mi sono sbracciato perché non lo ha fatto. Ma non dirò mai chi era. In occasione del secondo gol del Palermo abbiamo protestato perché ci sembrava fuorigioco, ma invece rivedendo l’azione non lo era. Per il Palermo parlano i nomi della sua rosa, noi comunque ci siamo giocati la partita come abbiamo fatto anche in altre occasioni. Ma poi spesso ci ammazziamo da soli commettendo errori che vanificano quello che abbiamo fatto in precedenza».

«Dobbiamo continuare così, aspettiamo gi altri risultati, ma da questo momento in poi se vinciamo tutte le partite vinciamo il campioanto». Così l'allentore del Palermo Roberto Stellone commenta la vittoria della sua squadra contro il Cosenza per 2-1 che ha regalato ai rosanero il primato in classifica almeno fino al posticipo di lunedì sera fra Pescara e Lecce.

«Dipende tutto da noi - continua Stellone - Non ci dobbiamo accontentare, nè adagiare, ma cercare di fare più punti possibile perchè capiteranno i momenti in cui magari non si riuscirà a fare risultato e tutto quello che mettiamo insieme adesso sarà importante in futuro». Il Palermo adesso è atteso da un trittico di partite che potrebbe dire tantissimo sulle ambizioni dei rosanero: Pescara in casa domenica prossima, poi dopo la sosta Verona in trasferta e in casa contro il Benevento. «Sono tre partite importantissime - dice Stellone - in caso di tre vittorie di fila daremmo un messaggio importante, ma dovremmo avere sempre la consapevolezza che il campionato resterebbe comunque lungo e difficile. Penseremo ad un’avversaria per volta, affrontando quella di turno con forza e consapevolezza dando sempre il massimo. Possono capitare le partite storte, ma con voglia e determinazione riesci a portare quasi sempre a casa il risultato».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X