Giovedì, 15 Novembre 2018
CALCIO

Rende, l'affluenza al "Lorenzon" è scarsa nonostante il secondo posto

di

Sette vittorie in dieci giornate, il secondo migliore attacco del girone e un gioco divertente non sono sufficienti al Rende per migliorare l'affluenza al "Lorenzon". Alla base di questo problema intervengono numerosi fattori, da alcuni di carattere demoscopico ad altri dovuti alla mancanza di una strategia di marketing orientata a incentivare i propri sostenitori a riempire lo stadio. La dirigenza biancorossa peraltro dall'inizio della stagione ha aumentato del 20% il costo dei tagliandi.

Un ticket valido per la tribuna centrale scoperta è salito infatti da 10 a 12 euro (il ridotto è passato invece da 7 a 8). Il caro biglietti ha ulteriormente scoraggiato i tifosi, già insofferenti a causa tra l'altro della mancata organizzazione di manifestazioni speciali in coincidenza con il 50esimo compleanno del club. Il tifo organizzato lamenta poi la mancata riapertura della tribuna B richiesta già da oltre un anno e al cui interno è stato consentito l'accesso soltanto in occasione del derby del 3 dicembre 2017 contro il Cosenza.

Il presidente Fabio Coscarella penserà a qualche contromossa per risolvere questa problematica oppure resterà impassibile davanti al fenomeno? Al momento sembra prevalere la seconda ipotesi.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X