Giovedì, 05 Agosto 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Il Cosenza "vede" la serie B: bocciato ricorso del Chievo. Il club: "Pronti a presentare la documentazione"
CONSIGLIO FEDERALE

Il Cosenza "vede" la serie B: bocciato ricorso del Chievo. Il club: "Pronti a presentare la documentazione"

di
Il presidente Eugenio Guarascio dovrà completare e presentare entro il 19 luglio la domanda di ripescaggio a cui dovrà essere allegata la fideiussione da 800 mila euro necessaria per completare l'iter

Il Consiglio Federale ha ribadito quanto già espresso una settimana fa in seguito alle valutazioni della Covisoc: Chievo Verona non ammesso in serie B. Il Cosenza muove un altro passo importante verso la riammissione nel campionato cadetto. A questo punto, il presidente Eugenio Guarascio dovrà completare e presentare entro il 19 luglio la domanda di ripescaggio a cui dovrà essere allegata la fideiussione da 800 mila euro necessaria per completare l'iter.
I rossoblù sono primi in graduatoria perché hanno chiuso al quartultimo posto. Il Chievo Verona, intanto, proseguirà la sua battaglia ricorrendo al Collegio di Garanzia del Coni che si pronuncerà in tempi brevi (circa una settimana).

Il club: "Pronti a depositare tuta la documentazione"

La società Cosenza Calcio, in seguito alle determinazioni del Consiglio Federale che si è tenuto in data odierna, comunica di essere in procinto di depositare tutta la documentazione necessaria per la riammissione al campionato di serie B 2021/2022 comprensiva della fideiussione». Lo si legge in una nota ufficiale della società Cosenza Calcio, alla luce della non ammissione in serie B della squadra del Chievo. «Lo scenario che si apre oggi per il Cosenza Calcio - si legge ancora - è il risultato di una gestione societaria decennale improntata sui principi di legalità, trasparenza e sul rispetto delle norme e dell’equilibrio economico».

Il Cosenza Calcio, alla fine dello scorso campionato della serie cadetta, è stato retrocesso e spera adesso di poter così riaccedere alla serie B. Molte le manifestazioni di protesta contro l’attuale dirigenza del club che, dopo la retrocessione, avevano interessato la città.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook