Martedì, 15 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo

L'Università della Calabria omaggia la scienza con la Notte dei Ricercatori - Foto

Applausi scroscianti per la giornata dedicata alla scienza dall’Università della Calabria. Una sesta edizione veramente avvincente quella di “SuperScienceMe” a Rende. L’attesissima “Notte dei Ricercatori” è tornata per stupire con la ricerca, creare consapevolezza e sostenibilità, ma anche emozionare con testi travolgenti e buona musica dei tanti artisti, che hanno allietato il lungo e affollato ponte Pietro Bucci.

Formazione, innovazione, intelligenza artificiale, opzioni per il futuro delle nuove generazioni. Un unico filo ha unito l’ingresso del ponte, il rettorato, le strutture dipartimentali e la piazza Vermicelli. Dagli spettacoli di musica e teatro di artisti di strada ai giochi per i bambini, la presentazione del polo museale della Calabria con uno stand dedicato agli istituti della cultura calabrese, passando per gli esperimenti di fisica e chimica, il lavoro della Polizia Scientifica, una mostra d’arte, gli studi dei ricercatori dei quattordici dipartimenti coinvolti, del Cnr, delle ricerche storico-umanistiche a quelle in corso sugli animali protetti, le attività del liaison office, dell’ufficio orientamento, delle pari opportunità, del career services.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook