Lunedì, 20 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Foto Cultura Cosenza, scuola digitale, il Comprensivo “Zumbini” diventa un Apple district

Cosenza, scuola digitale, il Comprensivo “Zumbini” diventa un Apple district

Scuola digitale e didattica innovativa. Il Comprensivo “Bonaventura Zumbini” di Cosenza, diretto dalla preside Marietta Iusi, diventa un Apple district. La scuola con sede centrale in via Misasi è al centro di un piano innovativo nazionale in partenariato con la rivista Tuttoscuola e l’Istituto comprensivio ”Ungaretti” di Melzo in provincia di Milano. La fase operativa è partita la scorsa settimana con la presentazione ufficiale, nel ridotto del teatro Rendano a Cosenza, del percorso formativo che coinvolgerà oltre cinquanta docenti e dieci classi tra scuola primaria e secondaria di primo grado. Nella scorsa settimana sono stati consegnati nella sede di Via Milelli, da dove la sperimentazione prenderà il via, materiale informatico di alta tecnologia.

Il materiale

La scuola ha ricevuto decine di IPad, due maxi schermi, green screen e i dispositivi che la Apple ha messo a disposizione per avviare l’importante e inedito progetto di digitalizzazione e di didattica innovativa. Per una settimana, cinque formatori specializzati, guidati dalla dirigente dell’Ic Ungaretti di Melzo in provincia di Milano, Stefania Strignano, e dal direttore della rivista Tuttoscuola, Giovanni Vinciguerra, saranno a Cosenza per formare, con una full immersion partita lo scorso sabato.

La soddisfazione della dirigente

La dirigente Marietta Iusi, che – si legge in una nota - ha predisposto al meglio l’organizzazione delle giornate riuscendo, finalmente, a riportare in presenza anche la formazione professionale, si dice convinta che l’opportunità offerta dal “Progetto Trasformazione digitale: una scuola nuova tra sogni e bisogni”. L’iniziativa, rimarca la preside Iusi, ha l’onere di creare un ponte tra Milano e la Calabria e con la nostra scuola in particolare. Sarà quindi ¬ha precisato la preside - un ulteriore passo che la comunità scolastica compierà verso l’innovazione. Mantenendo sempre fermi i valori delle competenze e della qualità delle abilità relazionali – ha tenuto a precisare la preside –si introduce nell’ambito del progetto didattico una metodologia digitale con un uso guidato e opportuno delle ricchissime offerte degli applicativi Apple. E ciò – ha sottolineato la preside Iusi - arricchirà il percorso delle nostre alunne e dei nostri alunni. Siamo molto felici di questo nuovo inizio che porteremo avanti con convinzione e impegno. La dirigente Iusi, inoltre, ci tiene a ringraziare il sindaco Mario Occhiuto, è lui, infatti, che ha colto l’invito di Tuttoscuola e della Scuola Ungaretti di Melzo di “trasferire” il prestigioso progetto dalla Lombardia alla Calabria e contribuito anche offrendo gli spazi del ridotto del Teatro Rendano per le giornate di formazione.

I partecipanti

Al progetto formativo partecipano Giovanni Vinciguerra, Direttore Responsabile Tuttoscuola; Stefania Strignano, preside IC Ungaretti Melzo, Apple Distinguished School dal 2018; Maria Emilia Cremonesi, vicepreside IC Ungaretti Melzo, Apple Distinguished School dal 2018; Francesca Testa, insegnante di scuola primaria e animatore digitale IC Ungaretti Melzo, Apple Distinguished Educator; Dolores Sorrentino, insegnante di scuola primaria IC Ungaretti Melzo, Apple Distinguished Educator; Antonio Di Pascale, insegnante di scuola secondaria di primo grado IC Ungaretti Melzo, Apple Distinguished Educator; Andrea Maricelli, docente italiano e latino agli Istituti De Amicis di Milano, Apple Distinguished Educator, Apple Education Trainer ed Education Specialist presso C&C Consulting, Apple Solution Expert Education

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook