Venerdì, 14 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Foto Politica Cosenza, il centrodestra si prepara per la successione a Occhiuto - Nomi e foto

Cosenza, il centrodestra si prepara per la successione a Occhiuto - Nomi e foto

La città si brucia al sole, legge delle inchieste giudiziarie e segue piccoli e grandi cantieri. Ma soprattutto guarda alla primavera che verrà e alla successione all'architetto. A Cosenza, mentre il centrosinistra come al solito aspetti che il Partito democratico capisca chi comanda (sono in molti a ritenere comandino sempre gli stessi), e quindi decida cosa fare, il centrodestra non ha nessuna intenzione di mollare le redini di Palazzo dei Bruzi dopo i dieci anni targati Occhiuto.

Fuori i secondi

Da tempo un nome che circola con insistenza quale candidato a sindaco del centrodestra è l'attuale numero due dell'esecutivo, Francesco Caruso. Giovane e brillate ingegnere, figlio d'arte, molto vicino al sindaco in carica. A suo vantaggio anche la recente promozione in consiglio regionale di Pierluigi Caputo, delfino degli Occhiuto, anzitutto di Roberto. Pero, c'è un però. Ed è il gradimento della presidente della Regione Jole Santelli, che lo ha preceduto quale vice sindaco e, seppure super impegnata all'ultimo piano della Cittadella, una parola per la candidatura a Cosenza la dirà. Eccome! In questa ottica Caruso potrebbe pagare proprio la sua forza: il rapporto con Occhiuto. Sarà un'occasione anche per tastare il polso alla tensione, vera o falsa, tra Mario e Jole dopo il sorpasso all'ultima curva per le regionali.

Piacere rosa

Alla governatrice potrebbe non dispiacere Rosaria Succurro, pure lei fedelissima di Occhiuto, ma legata da ottimo rapporto con l'ex sottosegretario. Tant'è che, candidata senza fortuna al consiglio regionale (è stata la donna più votata in Calabria), ha a lungo accarezzato la speranza d'un ruolo in giunta. E poi d'un altro incarico.

Da non sottovalutare

Al netto di possibili intese trasversali che ripercorrano sentieri già battuti, soprattutto nel centrodestra bisognerà fare i conti con la famiglia Gentile. Katya si muove molto, il papà Pino sembra defilato, lo zio Tonino è ipotesi da non sottovalutare, soprattutto nell'ottica d'una grande alleanza.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook