Lunedì, 24 Settembre 2018
CROCE ROSSA CALABRIA

Pronto soccorso
e scena del crimine

brig.pietro toscano, croce rossa, luca chianelli criminalista, mirto crosia, scena del crimine, Cosenza, Calabria, Archivio
criminalista luca chianelli

L'intervento sanitario su una scena del crimine richiede comportamenti e tecniche decisamente più appropriate e specifiche per evitare l'inquinamento delle prove, ma al contempo prestare le opportune cure di primo soccorso. Da qui l'iniziativa del coordinamento regionale della Croce Rossa Italiana che ha organizzato un corso di formazione per i propri operatori invitando i due massimi esperti provinciali di scena del crimine, il dott. Luca Chianelli, criminalista-specialista in Crime Scene Analysis  e Direttore del C.I.S. Centro Investigazioni Scientifiche e il brig. Pietro Toscano, responsabile della Sezione Rilievi Tecnici del R.O.N.Inv. del Comando Provinciale dei Carabinieri di Cosenza , a tenere una lectio magistralis sul “comportamento dei sanitari e dei volontari sulla scena del delitto”. Al corso che si è tenuto a Mirto Crosia hanno partecipato i volontari delle sezioni di Rossano, Castrovillari, Crotone, Catanzaro, Soverato, Lamezia e di altri centri della Calabria. Dopo l'accurata introduzione dell’avv. Rosa Ippolito, penalista del foro di Cosenza e criminologa,  i due esperti sono entrati nel vivo sviluppando gli aspetti tecnico-operativi mostrando, mediante una suggestiva simulazione di sopralluogo giudiziario, i complessi protocolli tecnico-operativi da seguire in fase di accesso al luogo del delitto.  In particolare il brig. Toscano e il dott. Chianelli hanno evidenziato le azioni da evitare per non alterare ed inquinare la scena criminis, tutte naturalmente subordinate all’obiettivo primario di salvare la vita umana e prestare soccorso.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X