Lunedì, 24 Settembre 2018
COSENZA

Accoltella il marito
al culmine d’una lite
Donna denunciata per
tentato omicidio

accoltellato, Cosenza, Calabria, Archivio

La lite, il raptus e la coltellata alla pancia del marito con la lama che si ferma a pochi centimetri dal cuore. Ha sfiorato il dramma l’ennesima lite in famiglia scoppiata giovedì sera nell’a p p a rtamento di Rende in cui la coppia vive assieme al figlio ventiseienne. Lei G.M., 54 anni, commerciante, lui pare soffra di problemi che gli investigatori indicano come disturbi bipolari. Non è ancora chiaro se e quanto la situazione clinica dell’uomo abbia influito in quanto successo giovedì sera, attorno alle 22.30, nella distinta abitazione d’o ltre Campagnano in cui la coppia viveva da tempo. Gli investigatori ritengono, comunque, che sia stato l’ennesimo litigio tra i due coniugi, assieme ai quali vive anche il figlio ventiseienne. In base a quanto ricostruito dai poliziotti della squadra mobile cittadina, intervenuti sul posto guidati dall’i s p e t t ore capo Francesco De Marco in seguito a una segnalazione delle centrale operativa della Questura, la discussione tra i due coniugi si sarebbe accesa a tarda ora e sembrava una delle tante, ma col passare dei minuti di è progressivamente accesa sino a quando dalle parole si è passati ai fatti. Evidentemente esasperata la signora è entrata in cucina, ha aperto il cassetto delle posate, impugnato un lungo coltello e colpito il marito all’addome, sfiorandogli il cuore. È successivamente scattato l’a llarme, con l’arrivo d’una pattuglia della squadra volante e il trasferimento dell’uomo in ospedale. Dopo i primi accertamenti in pronto soccorso è stato spostato nel reparto di chirurgia vascolare dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico d’urgenza per cercare di limitare le conseguenze del fendente e l’abbondante emorragia che ne è seguita. Se la dovrebbe cavare, anche se le sue condizioni sono precarie. La moglie è stata denunciata a piede libero per tentato omicidio, ma anche per porto e detenzione illegale di armi. Durante la perquisizione domiciliare seguita all’a g g r e ssione, infatti, gli agenti del questore Alfredo Anzalone hanno trovato in casa della coppia due pistole e un fucile regolarmente detenuti dal marito ma non adeguatamente custoditi. E non è finita, perché nella soffitta erano nascosti munizioni, bossoli, ogive, materiale per l’a s s e m b l aggio di proiettili e altri quattro fucili che pare la donna avesse trovato nella casa dei suoi genitori, portandoli poi con sé nell’abitazione in cui viveva con la famiglia. Anche questo mini arsenale, così come le armi individuate nell’appartamento, sono state sequestrate dagli investigatori.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X