Giovedì, 20 Settembre 2018
COSENZA

Infiltrazioni delle
cosche in Lombardia

cosche in lombardia, Cosenza, Calabria, Archivio

La condanna dell’ex consigliere regionale Franco Morelli (Pdl) per concorso esterno in associazione mafiosa è solo l’ultimo tassello giudiziario che conferma la pericolosa infiltrazione della ‘ndrangheta in Lombardia. Recenti indagini coordinate dal procuratore aggiunto Ilda Boccassini hanno inoltre svelato l’esistenza di personaggi cosentini ben introdotti negli affari mafiosi lombardi. Personaggi del calibro di Eugenio Costantino che tratta con l’ex assessore regionale, Domenico Zambetti, il pagamento di una ingente somma di denaro, in occasione delle Regionali del 2010, in cambio dell’appoggio elettorale dei calabresi vicini alla ‘ndrangheta. E sempre Costantino tenta un altro approccio similare con il presidente di una società a partecipazione pubblica e privata, che ha la figlia candidata al consiglio comunale meneghino e col quale sigla un patto che prevede l’assegnazione di alcuni appalti. Non solo: Costantino parla dell’opportunità rappresentata a Cosenza dalla realizzazione della Metropolitana leggera.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X