Lunedì, 24 Settembre 2018
UNICAL

Salute del mare
rischio estinzione
per squali e balene

balene, mare, squali, Cosenza, Calabria, Archivio
foto gazzetta del sud

La conoscenza ed alla conservazione di tre gruppi di animali marini tra quelli maggiormente minacciati di estinzione, eppure fondamentali per la salute dei nostri mari al centro del convegno “Parliamo di mare: squali, tartarughe e balene” ospitato oggi dall'Università della Calabria.
Particolarmente rilevante è stata la testimonianza del Prof. Leonard Compagno, d’origine cosentina, massimo esperto mondiale di squali (autore di oltre 600 pubblicazioni scientifiche), nonché consulente del film "lo Squalo" di Spielberg. Compagno, alle centinaia di studenti delle scuole superiori che hanno preso parte al convegno, ha illustrato i risultati scientifici di un interessante studio sul comportamento dello squalo bianco. Sono poi Intervenuti il dott. Pino Paolillo del WWF Calabria che s’è soffermato sulla presenza dei cetacei nei mari calabresi calabresi. Mentre il prof. Toni Mingozzi del DiBEST dell'Unical ha relazionato sul progetto “TartaCare” che, ripreso nei giorni scorsi anche dalla stampa nazionale, ha portato all’attenzione generale il fatto che la più importante area di nidificazione della tartaruga marina in Italia si trovi proprio in Calabria, in un tratto della costa jonica reggina. Quest’area, infatti, è oggetto da circa dieci anni di un programma scientifico dell’UniCal che ha permesso la nascita di migliaia di questi animali a fortissimo rischio d’estinzione.  

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X