Mercoledì, 26 Settembre 2018
UNICAL

Passaggio delle consegne
tra vecchio e nuovo CDA

giovanni latorre, nuovo cda, unical, Cosenza, Calabria, Archivio
nuovo cda unical

Passaggio delle consegne dal vecchio al nuovo CDA dell’Università della Calabria nella sede del rettorato. Il rettore Latorre dopo aver salutato e ringraziato i componenti che hanno lavorato nel consiglio di amministrazione dal 2009 ad oggi, ha rivolto l’auspicio di buon lavoro ai nuovi. Del Cda, eletto lo scorso 27 marzo, fanno parte, in qualità di membri interni, i professori Pierluigi Veltri, Annamaria Canino, Marcello Maggiolini, Alfio Cariola e Luigi Palopoli; e, come membri esterni, Giovanni Polara, già componente del Nucleo di valutazione e preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Napoli, e l’imprenditore Pippo Callipo. Compongono il Consiglio di Amministrazione anche gli studenti Antonio De Tursi e Raffaele Leuzzi. Una foto, al termine della riunione, ha suggellato la particolarità del momento, anticipando l’ingresso nella sala dei componenti del nuovo Consiglio di Amministrazione, che si insedierà ufficialmente il prossimo 15 aprile. “Ho voluto – ha detto il rettore Latorre – che il vecchio Cda accogliesse i nuovi amministratori e che vi fosse un ideale passaggio di consegne tra chi ha operato fino ad oggi e chi si accinge a farlo. Sarà un lavoro difficile già dalla prima riunione. Alle Università, infatti, viene chiesto di migliorare la qualità delle prestazioni e di farlo con risorse sempre più ridotte, il che già fa capire la portata dell’impegno che abbiamo davanti. Le opportunità, tuttavia, non mancano, ma sono sempre più legate alla capacità competitiva che gli atenei sapranno metter in campo e all’affermazione della cultura della valutazione, cui è strettamente connesso il futuro dei finanziamenti. E’ il caso, per esempio, del programma “Horizon 2020”, che mette a disposizioni risorse strategiche rilevanti. Per l’Italia, ogni anno, dal 2014 al 2020, sono pari a circa 3,5 mld di euro: un’opportunità straordinaria rispetto alla quale, ancora di più che in passato, dovremo dimostrare di essere all’altezza della situazione”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X