Lunedì, 30 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Passa la corsa, “spariscono” le auto
COSENZA

Passa la corsa,
“spariscono” le auto

giro d'italia, Cosenza, Calabria, Archivio

Il “Giro” ha il profumo di maggio. L'odore attraversa le strade e riempie le case. Non c'è un cosentino che non sia informato sulla corsa rosa che sta per sbarcare in città. I più aggiornati sono gli studenti che stamattina scopriranno che mercoledì le scuole resteranno chiuse per onorare Nibali e gli altri campioni del pedale. E' una necessità imposta dai divieti che verranno applicati già dalle 8 di domani per preparare l'evento. C'è da sistemare un bel pezzo di città che verrà mostrata al mondo intero dalle telecamere della Rai e da quelle della piattaforma satellitare di Eurosport. Una cartolina illustrata che, alle 12.30 di mercoledì, mostrerà Cosenza attraverso gli scorci di: via Sertorio Quattromani (luogo di partenza a cronometro zero), ponte Mario Martire, piazza dei Valdesi, corso Telesio, piazza XV Marzo, via Paradiso, via Siniscalchi, corso Vittorio Emanuele, SP 106 (da c.so V. Emanuele a ponte Mancini), ponte Mancini, Bretella (da ponte Mancini a via Montagna), via Romoaldo Montagna (da innesto ponte Mancini a piazza Riforma), piazza Riforma (da via Montagna a via Sempione), via Sempione, piazza Cozza, viale Trieste, corso Mazzini (da viale Trieste a piazza Bilotti), piazza Bilotti (da corso Mazzini a corso Fera), corso Fera (da piazza Bilotti a via Gramsci), via Gramsci, piazza Loreto (da via Gramsci a via Caloprese), via Caloprese (da piazza Loreto a piazza Europa), piazza Europa (da via Caloprese a via degli Stadi), via degli Stadi (da piazza Europa a via Leto), via Marconi (da via Leto alla sede Rai). Quindi, il via, dalla sede Rai a via Panebianco, ponte Campagnano. Occhio, invece, ai divieti di sosta che dalle otto di domani mattina interesseranno la striscia urbana che lega la città vecchia a quella nuova (l’unica “eccezione” è l’area parcheggio delle piscine comunali). Non mancheranno, naturalmente, i disagi dal momento che le aree di sosta si ridurranno drasticamente e pure i percorsi per attraversare la città da un capo all’altro saranno condizionati dalla corsa. Disagi temporanei compensati dalla possibilità di godersi due giorni dedicati alla bicicletta e magari scoprire una città diversa e sicuramente più sostenibile.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook