Venerdì, 21 Settembre 2018
COSENZA

Giudice di pace
molestata, studentessa
finisce ai domiciliari

giudice di pace, Cosenza, Calabria, Archivio

Spiava da tempo i movimenti di una donna, giudice di pace, e della sua famiglia. Con questa accusa i carabinieri della Compagnia di Rende hanno arrestato e assegnato ai domiciliari una studentessa universitaria 33enne. Il provvedimento cautelare è stato emesso dal gip di Salerno, competente sui reati che hanno come vittime i magistrati del distretto di Catanzaro. La donna avrebbe perseguitato il giudice onorario con telefonate a tutte le ore, con pedinamenti e anche ingiurie. L’indagata si sarebbe invaghita del marito del magistrato onorario. Una presunta passione non condivisa che avrebbe innescato la “persecuzione”. In passato l’autorità giudiziaria aveva imposto alla giovane donna il divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dal giudice e dai suoi familiari. Prescrizioni puntualmente disattese che, alla fine, avrebbero provocato la necessità dell’aggravamento della misura cautelare.

L'articolo completo lo trovate sul nostro giornale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X