Martedì, 18 Settembre 2018
COSENZA

Aziende -Assessorato
dialogo impossibile

Il Presidente di Confindustria Cosenza Natale Mazzuca ha inviato una nota all’Assessore Regionale al Lavoro Nazzareno Salerno per evidenziare l’impossibilità da parte delle aziende di interloquire con gli Uffici dell’Assessorato, in particolare per avere notizie sull’esito delle domande presentate a valere sul bando a sportello del primo marzo scorso, teso a trasformare i rapporti di lavoro a tempo determinato in contratti a tempo determinato. «Sono passati tre mesi dalla pubblicazione del bando – sottolinea il Presidente di Confindustria Cosenza - un tempo che al “cittadino/imprenditore comune” appare sufficiente se non per conoscere l’esito della domanda presentata, almeno per sapere quanto tempo ancora occorra aspettare. E’ così che il “cittadino/imprenditore comune” si decide a contattare telefonicamente il responsabile del procedimento che risulta irreperibile, ma non si scoraggia. Prova a contattare il dirigente del servizio competente, ma il telefono squilla invano. Allora prova con il dirigente di settore, ma l’esito è lo stesso. Tenta di chiedere informazioni per posta elettronica, ma non riceve risposta. Prova una seconda volta, ma il terminale di posta elettronica sembra un pozzo dove i messaggi precipitano e da cui non fuoriesce nulla. L’unica a rispondere al telefono è la sua cortese segretaria – continua il Presidente Mazzuca all’Assessore regionale Salerno - la quale fa garbatamente notare che la questione non è di sua competenza e che, per avere informazioni, bisogna recarsi personalmente presso gli uffici il lunedì o il venerdì mattina. Come si fa a fissare un appuntamento considerato che nessuno risponde né al telefono né ai messaggi di posta elettronica. Allora il cittadino/imprenditore ha un’idea geniale: contattare il Referente Trasparenza e Integrità. Va sul sito dell’assessorato e ne scopre il nome, ma non sono indicate le modalità per contattarlo! A questo punto la domanda sorge spontanea, ma questo bando serve veramente ad incentivare gli imprenditori a stabilizzare rapporti di lavoro a termine?». Il Presidente Mazzuca conclude la lettera sottolineando come l’incidente «appaia come un motivo in più di avversione e di irritazione nei riguardi di una pubblica amministrazione incapace di attuare in tempi ragionevoli semplici provvedimenti».

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook