Martedì, 09 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Celebrata festa a Cosenza tracciato bilancio 2013
FIAMME GIALLE

Celebrata festa a Cosenza
tracciato bilancio 2013

239 anniversario, bilancio, col. giosuè colella, cosenza, festa, gdf, Cosenza, Archivio

Un bilancio decisamente positivo quello dei primi cinque mesi dell’anno della Guardia di Finanza di Cosenza, illustrato nel corso della cerimonia, molto sobria per il 239° anniversario della fondazione del corpo. Il comandante provinciale, il col. Giosuè Coltella, dopo aver letto il messaggio del capo dello stato e l’ordine del giorno speciale del comandante generale ha riassunto l’impegno delle fiamme gialle come polizia economico-tributaria e nel contrasto alla criminalità organizzata e comune. Nei primi 5 mesi del 2013 la Guardia di Finanza di Cosenza ha confiscato beni alla criminalità economica ed organizzata per oltre 10 milioni di euro e avanzato proposta di sequestro di beni per oltre 13,7 milioni di euro; sequestrato beni ad evasori fiscali per oltre 946 mila euro; individuato 131 lavoratori irregolari ed in nero; denunciato 91 falsi poveri; eseguito 2.485 controlli, in tutto il territorio della provincia, sulla corretta emissione di scontrini e ricevute, riscontrando irregolarità nel 42% dei casi; sequestrato 2.881 prodotti contraffatti e circa 10 kg di droga.   Parallelamente all’impegno nella lotta all’evasione fiscale, la Guardia di Finanza ha ulteriormente intensificato l’azione a tutela delle uscite del bilancio pubblico, coerentemente con le esigenze di contenimento della spesa e dei processi di spending review. Nell’ambito delle attività investigative svolte a tutela della spesa pubblica è da evidenziare l’esito di un’indagine conclusa nel corso dell’anno dalla dipendente Tenenza di Scalea, che ha portato alla scoperta di una considerevole frode in danno al Servizio Sanitario Nazionale e all’individuazione di ben 53 falsi poveri (operazione “Free Tickets”), per aver attestato una situazione reddituale non veritiera al fine di ottenere il mancato pagamento del ticket sanitario. Altri 8 soggetti sono stati denunciati alle Procure della Repubblica, di cui uno in stato di arresto, responsabili di frodi per complessivi 843 mila euro, per aver indebitamente ottenuto pensioni, assegni o rendite per inabilità ed invalidità per inabilità ed invalidità e indennità agricole. Con riferimento a sprechi ed irregolarità nell’amministrazione pubblica, i Reparti del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Cosenza hanno condotto 14 interventi, d’iniziativa o su delega della Corte dei Conti, accertando danni all’Erario per oltre 2,7 milioni di euro   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook