Lunedì, 16 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
LAVORO

Vertenza Rende servizi
incontro Commissario

cgil, commissario, rende, vertenza, Cosenza, Calabria, Archivio

La Filcams Cgil e la Fisascat Cisl di Cosenza hanno chiesto un incontro al commissario del Comune di Rende, Maurizio Valiante, per cercare una soluzione alla vertenza che vede coinvolti i 210 lavoratori della Rende Servizi. La società, partecipata al 100% dal Comune di Rende, continuerà a gestire gli attuali servizi, per conto dell’amministrazione comunale, solo sino al 31 dicembre, giorno in cui scadrà la proroga del contratto di affidamento. La Filcams Cgil e la Fisascat Cisl, nella richiesta di incontro inviata al commissario, chiedono che nei provvedimenti che saranno adottati dall’amministrazione nel 2014 vengano salvaguardati i livelli occupazionali. Nella lettera inviata a Maurizio Valiante, la Filcams Cgil e la Fisascat Cisl di Cosenza ricostruiscono le tappe fondamentali della vicenda, ricordando che il 31 ottobre scorso si è tenuta una riunione con l’amministratore delegato della Rende Servizi, Umberto Vivona, e il direttore generale della società, Giuseppe Lopez, durante la quale l’azienda ha esposto l’esigenza di operare scelte mirate a rivisitare la pianta organica, per riequilibrare il costo del lavoro con il costo di gestione, così come previsto dalla legge richiamata dal commissario del Comune. Lo stesso commissario, nel recente passato, ha posto inoltre la questione della normativa che regolamenta la gestione delle società in house. Una normativa che potrebbe portare all’affidamento tramite appalto di alcuni servizi attualmente gestiti alla Rende Servizi.Filcams Cgil e Fisascat Cisl di Cosenza evidenziano, al contrario, che la tutela di tutti i posti di lavoro rispetterebbe i criteri di salvaguardia di bilancio. Nel corso del tempo, infatti, alla società in house il Comune di Rende, a parità di lavoratori e di costi, ha assegnato molti più servizi di quelli che risultano dall’iniziale contratto di affidamento, basti pensare alla pulizia e alla manutenzione di Viale Parco. Per evitare gli esuberi, si potrebbe rivedere il contratto di affidamento, ampliando i servizi gestiti dalla società in house, un’azienda che ha consentito e consente al Comune di Rende di coniugare qualità di servizi e riduzione di spesa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook