Lunedì, 20 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Nuovo sistema 'farsa, obbrobrio'
PROVINCIALI

Nuovo sistema
'farsa, obbrobrio'

corbelli, diritti civili, elezioni provinciali, referendum, Cosenza, Calabria, Archivio

Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, critica duramente la elezione dei presidenti e dei consiglieri delle Province con il nuovo  sistema elettorale, che definisce “un obbrobrio, una farsa, un fatto non degno di un Paese civile e democratico” e preannuncia “una iniziativa di raccolta firme per promuovere un referendum per il ritorno al vecchio sistema elettorale con il diritto di voto dei cittadini elettori-ci, per la elezione dei Presidenti e dei consigli provinciali”. “Le elezioni provinciali, “grazie”(!) alla nuova legge elettorale, sono una autentica farsa, senza alcun valore democratico, che serve solo alla Casta e alla Partitocrazia per accaparrasi e spartirsi (in molti casi con accordi di potere e inciuci vergognosi; basta a questo proposito vedere quello che è successo in Calabria e in altre regioni italiane!)  una Istituzione, la Provincia, vista come centro di potere, scippando il diritto di voto ai cittadini elettori-ci, afferma Corbelli. Ho evitato di intervenire prima del voto-farsa di domenica, per evitare possibili strumentalizzazioni , ma oggi, anche come ex consigliere provinciale che ha affrontato due(le ultime due) competizioni elettorali provinciali cosentine, dico che questo nuovo sistema elettorale è uno scandalo, non ha assolutamente nessuna legittimazione democratica e popolare. La verità è che la Casta ha svenduto le Province pensando di salvare in questo modo la faccia e il loro potere, per mantenere intatti tutti i loro privilegi, quelli dei parlamentari e dei consiglieri regionali. Hanno tolto il diritto al voto ai cittadini e cancellato la misera indennità ad un consigliere provinciale(meno di 1200 euro al mese!) per coprire i veri grandi scandali, le ruberie , le porcherie immonde di questo paese(basta vedere le spese vergognose dei consiglieri regionali, le loro scandalose indennità e tutti i benefici, per non parlare degli stipendi d’oro e dei benefit di deputati e senatori)”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook